Simone Vallerotonda

Dal blog

concerto simone vallerotonda

L’ultimo romano è disco del mese su Amadeus

amadeus settembre 2016[Recensione pubblicata dalla rivista Amadeus, settembre 2016]

La casa discografica Arcana inaugura una collana di registrazioni da scaricare attraverso intemet. Solo per chiarire. Non chiamiamoli dischi perché non prevedono alcun supporto fisico e, per favore, non specifichiamo questa serie utilizzando la definiziane di collana digitale: anche i cd in DDD sono digitali, e così le serie che costituiscono. L’iniziativa, a cui si augura tutto il bene possibile, per la qualità che il marchio ha fin qui espresso, mira a dare uno sbocco a proposte di valore che sarebbe stato problematico accogliere nella normale programmazione editoriale.

Quanto meno in tempi brevi e medi, è difficile prevedere allo “scaricamento” via internet – una specie di musica “alla spina” da raccogliere in un contenitore – un futuro che vada al di là di un utile uso informativo di sostegno (e non di sostituzione) al tradizionale mercato discografico della classica. Considerato che quest’ultimo è centrato su un pubblico e su modalità di utilizzo e ascolto molto differenti da quelli della musica esclusivamente commerciale.

La Coca Cola la bevi indifferentemente dalla lattina, dalla plastica o, appunto, alla spina, nulla cambia; il Brunello di Montalcino lo vuoi versato da una bottiglia di pregio non da un cartone tipo Tavernello o peggio da un triste rubinetto di plastica e metallo. Tant’è che una scappatoia è stata lasciata. Arcana ha previsto per ogni titolo una piccola tiratura in cd da acquistare direttamente dall’artista. Mai dire mai quindi, per fortuna. L’esordio lo ascoltiamo su questo supporto, ed è bellissimo. È dedicato alle Sonate d’intavolatura di leuto opera prima (1718) di Giovanni Zamboni: ultimo esponente della scuola liutistica romana.

L’interprete, Simone Vallerotonda, noi non lo scopriamo certo ora: di lui abbiamo scritto in una recensione apparsa sul numero 286 (settembre 2013) di Amadeus e ne confermiamo, assaporandole ancora, la perizia tecnica, la sensibilità, la leggerezza che s’intreccia a una rara capacità di trasmettere la dimensione riflessiva della musica.

 

Massimo Rolando Zegna

 

voto amadeus 5 stelle
L’ultimo romano è stato cd del mese nel numero di ottobre 2016 di Amadeus, sia nell’edizione cartacea che nell’edizione online, ed è stato recensito con votazione “A”, con 5 stelle nel voto artistico e 5 stelle nel voto tecnico.